Esigenza di evitare interruzioni in altri trattamenti

Articolo 3 - 

Riguarda casi diversi rispetto alle patologie croniche, quale ad esempio 
l'ulteriore assunzione di un antibiotico. In questo caso il farmacista 
può consegnare il medicinale richiesto a condizione che siano disponibili 
elementi che confermino che il paziente è in trattamento con il farmaco, 
quali: 

a) presenza in farmacia di una prescrizione medica rilasciata in una data
   che faccia presumere che il paziente sia ancora in trattamento con il 
   medicinale richiesto; 

b) esibizione, da parte del cliente, di una confezione inutilizzabile, 
   ad esempio un flaconcino danneggiato; in tal caso il cliente deve 
   sottoscrivere una dichiarazione di assunzione di responsabilità circa
   la veridicità del trattamento con il medicinale richiesto; tale 
   dichiarazione deve essere conservata dal farmacista e allegata 
   all'apposito registro (vedi articolo 7). 

Nei casi sopra riportati la consegna di medicinali iniettabili è ammessa
limitatamente agli antibiotici monodose (art. 6).